Tools per smontare la pompa master

Chi ha cambiato la pompa della frizione – in inglese brake master pump- sa bene quanto lavoro comporti l’intera operazione.
Pur seguendo la procedura che negli anni è stata codificata e ben illustrata nei vari Forum, che comporta lo smontaggio dell’intero castelletto, rimane un lavoro lungo che necessita dell’aiuto di una persona almeno per alcune operazioni.
Dovendo cambiare la mia master mi sono posto come obiettivo di fare l’intervento tutto da solo smontando meno componenti possibili.
Per estrarre la pompa dal castelletto si devono allentare due viti con testa e dado da 13mm; alla vite superiore si accede facilmente con una bussola per la testa della vite e una normale chiave piana per il dado (dopo la rimozione della tubazione in metallo della linea ad alta pressione), ma la seconda vite è veramente ben nascosta e perfettamente in asse con la pompa.
Dopo un attento studio sugli spazi a disposizione sono arrivato alla conclusione che si poteva fare e forte della mia idea mi sono inventato due attrezzi.
Il primo è una semplice chiave a cricchetto da 13mm che ho tagliato e accorciata fino a 11,5 cm per raggiungere il dado che si trova esternamente al castelletto. Ho risaldato la parte a forchetta solo per il piacere di avere una chiave completa.
Il secondo, più complesso, si tratta di una chiave a “pipa” fatta da una bussola poligonale da 13mm alla quale ho saldato un tondino di ferro da 6mm di diametro. La forma è molto particolare perchè deve entrare nel poco spazio che il leveraggio del pedale e il perno di comando lasciano, inoltre deve arrivare alla testa della vite che si trova molto incassata sotto alla pompa.
Dopo varie prove sono arrivato a questo “oggetto”.
n.b.  la prolunga è solo incidentale, cioè a furia di modifiche era troppo corto il tondino utilizzato in partenza ;-(

 

 

Spero che le foto siano abbastanza esplicative anche se hanno solo lo scopo di dare un idea di quanto ho realizzato e non certo la pretesa di permetterne una riproduzione degli oggetti dalla sola visione.
In effetti avrei voluto dare qualche indicazione per rifarne una copia per chi fosse interessato ma è francamente impossibile quotare quanto realizzato. Lo scopo di quanto illustrato è più per dare uno spunto per chi volesse seguirmi in questa idea.
Di seguito due fotografie che illustrano l’utilizzo degli attrezzi sul campo, le immagini non sono chiarissime ma fare macrofotografie non è il mio lavoro 🙂
La chiave a pipa non può girare, naturalmente, ma serve solo per tenere ferma la testa della vite.
Con la chiave a cricchetto si riesce a svitare e poi riavvitare abbastanza agevolmente il dado posteriore.
La foto sotto riproduce ancora la chiave prima versione, ho lasciato la foto solo a scopo esplicativo.

In questo disegno si può vedere la testa della vite e il dado che si devono svitare.

 

 

Alla fine sono arrivato a questo risultato, raggiunto in perfetta solitudine, senza smontare nulla che non sia la pompa stessa.
E’ evidente che l’intera operazione non è una passeggiata, si lavora in spazi stretti al limite dell’operatività, però si può fare…

 

A seguito di quanto descritto sopra un amico conosciuto in rete, Sparviero, ha rifatto quanto avevo illustrato con l’ausilio di attrezzi non autocostruiti ma con prodotti commerciali reperibili facilmente.
Questo è il testo esplicativo con le foto quote del bel lavoro fatto:
Operazione pompa master eseguita, il metodo Crivelli funziona egregiamente.
Le chiavi sono servite egregiamente allo scopo e quindi allego qualche fotografia quotata per chi volesse prepararsi all’operazione e non dispone, come me, di una saldatrice.
La chiave da 13 corta è una Beta n° di catalogo 142C che si trova scontata a 6€ mentre la seconda si crea facilmente partendo da un tondino da 10 mm sul quale, con una lima, si crea il quadro per l’inserimento della bussola.
Si fa poi un foro diametro 4 mm subito dopo il quadro ricavato a lima dove verrà infilato il tondino da 4 mm piegato ad angolo retto e fissato con cianoacrilato o ribattuto.
Sul quadro si fa poi un forellino dove verrà infilato un pezzettino di filo di ferro tenuto da un po’ di nastro adesivo per bloccare la bussola Beta da 13 mm n° di catalogo 900 dal costo di 2€.
L’ultima operazione è il taglio del tondino a 12 mm.
Se vengono mantenute le misure in fotografia la chiave non avrà il benché minimo problema ad inserirsi nel vano pompa ed il fatto che sia poligonale non crea problemi nell’inserimento nella testa del bullone poiché basterà iniziare a svitare, con la chiave a cricchetto, il relativo dado e appena il bullone ruoterà automaticamente la sua testa andrà ad incassarsi nella bussola.
La stessa chiave, lasciata in sito, manterrà il bullone nella sua posizione durante il reinserimento della nuova pompa.

 

Precedente Snorkel - seconda versione Successivo Aria compressa con un condizionatore A/C