Rimozione radiatore EGR – Euro3

La modifica che vado ad illustrare rientra in quelle che non sono indispensabili (ma utili per eliminare tutto quello che non serve), perchè il radiatore che raffredda i gas di scarico nei modelli Euro3 può essere lasciato al suo posto anche dopo l’eliminazione dell’EGR/ILT in quanto è in posizione protetta e solidamente assicurato alla parte frontale del monoblocco.
L’intervento non è difficile ma per la collocazione delle viti da allentare e per il poco spazio a disposizione per rimuovere il tubo in metallo originale può risultare un po’ ostico. Inoltre una parte del liquido di raffreddamento va scaricato.
Prima di rimuovere il tubo originale è necessario svuotare parte dell’impianto di raffreddamento. La quantità di liquido che esce è discreta, almeno 4-5 litri.
E’ necessario smontare anche il carter che copre il turbo e consigliabile togliere la scatola filtro.
La seconda cosa da fare è rimuovere il tubo originale che è fissato con due viti alla parte posteriore del monoblocco e con una vite alla parte inferiore del radiatore carburante mentre il radiatore è fissato con due viti alla parte anteriore del monoblocco e un dado nella parte inferiore, un po’ nascosto.
Fatto questo è sufficiente chiudere l’uscita dal radiatore dell’olio con il tappo (caro) previsto da una modifica da Land Rover (pn PYB500040) e chiudere analogamente il foro posto sotto la vaschetta di espansione.

Precedente Eliminazione del sistema di riciclo dei gas di scarico EGR/ILT Successivo Snorkel - prima versione